Creare una Pagina Facebook per autori

Facebook è lo strumento principe per creare ingaggio verso le proprie risorse. Se sei uno scrittore molto probabilmente vorrai creare una pagina Facebook che abbia un numero consistente di seguaci, che poi vadano a comprare il tuo libro e tornino ancora e ancora.

In questo articolo approfondisco un poco il discorso.

Ti offro delle NORME, una FAQ e infine un ELENCO di contenuti ad alto ingaggio.

NORME

Non è il tuo libro, sono i loro interessi!

Se i tuoi libri trattano temi horror, dovresti pubblicare contenuti di questo genere. E’ in questo modo che intercetti chi ha preferenza in ciò che fai.

Se scrivi romance, parla di gatti, arredamento, location esotiche e cene romantiche.

Se scrivi SF, vai di argomenti tecnologici.

Può sembrarti strano trattare argomenti che non siano il tuo libro o la scrittura, ma questi temi arrivano solo in seconda battuta. Fai della tua pagina un contenitore ampio che tratta quel genere.

Se scrivi horror potresti argomentare ad esempio di…

  • Film horror
  • Creepypasta
  • Musica gotica
  • Makeup dark
  • Case maledette
  • Oggettistica anomala
  • Streghe e Wicca
  • Leggende metropolitane
  • Serial killer e delitti irrisolti
  • Gatti neri

Non è la succursale del tuo blog!

Non pensare che soltanto linkando gli articoli del tuo blog otterrai qualcosa di notevole. Dovresti creare contenuti specifici per questa piattaforma. Se tralasci, sarai tralasciato.

Non strafare!

Personalmente trovo impossibile dedicarmi a più di due social. E io ho un sacco di tempo libero. Quindi se ti trovi bene con Facebook, e al limite anche con Twitter, non aggiungere profili su profili su profili. Non puoi gestire anche Instagram, Pinterest, G+, Tumblr, Medium e altri. Focalizzati su uno, o al massimo due social.

Breve FAQ

Perché mi serve una Pagina Facebook?

Per raggiungere persone che non conoscono il tuo prodotto.

Pubblicando contenuti ad alto ingaggio aumenti il numero dei seguaci. A quel punto, grazie ai link inseriti nella pagina e a qualche messaggio promozionale di quando in quando «converti» i seguaci in possibili clienti.

Fortunatamente molto di questo è gratuito.

Che consigli puoi darmi nella creazione della pagina?

Ci sono 4 cose che devi fare in senso preliminare:

  • Usa una foto profilo esplicita (cioè tu che sorridi).
  • Usa un’immagine banner delle giuste proporzioni creata ad hoc. Ci sono siti che le realizzano gratuitamente per te! Un esempio è FOTOR2016-11-03-21_37_57-fotor-photo-editing-collage-maker-graphic-design
  • Sotto la copertina trovi un pulsante personalizzabile. Inserisci un pulsante specifico che rimanda al blog o alla pagina di acquisto. 2016-11-03-21_40_45-4-gaspare-burgio
  • Carica foto dei tuoi prodotti e pubblica una Nota in cui ne parli.

Questi 4 accorgimenti sono bastanti a creare l’impianto della Pagina. Il resto sono contenuti che pubblichi.

Come si scrive un messaggio efficace su Facebook?

  • Si cerca di tenerlo sotto le 100 battute.
  • Si aggiunge una emoticon (funziona: +20% di ingaggio!).
  • Si usa un tono personale (TU o VOI).
  • Si aggiunge sempre un’immagine.

Come posso sveltire tutto questo?

Basta aprire un documento vuoto, prendersi un paio di ore, magari durante una trasferta in treno, e buttare giù idee. Quante più domande e quote possibili, idee per contest, idee per video. Spesso le idee arrivano a cascata ed averle già disposte in un documento velocizza al massimo tutto il procedimento.

Ogni quanto dovrei pubblicare un contenuto?

Alcuni studi dimostrano che più pubblichi meglio è, quindi non c’è limite.

Ogni quanto devo pubblicare un contenuto «promozionale?»

Fai attenzione. Per contenuto promozionale si intende qualunque contenuto che porta l’utente via da Facebook. Verso una pagina di acquisto o verso il tuo blog (che è una pagina di acquisto indiretta, se ci pensi bene). Quindi anche la notifica del tuo nuovo articolo sul blog vale come promozione (non come ingaggio).

Puoi considerare una media di 80% contenuti di ingaggio e 20% contenuti promozionali.

Perché stanno ignorando il mio contenuto?

Nella media, solo il 22% dei post riesce a creare una sorta di breccia nel pubblico. Il resto sarà più o meno ignorato – è un problema organico, non ci si può fare nulla. I contenuti «morti» spariscono in fretta dalla Rete ed ecco perché vedi solo quelli ad alto share.

Conviene tentare di pubblicare molti contenuti: qualcuno farà centro.

In seconda analisi, forse dipende dall’ora di pubblicazione.

Fai degli esperimenti (anche col solito messaggio, perché no!), per intuire le ore e i giorni in cui il tuo pubblico sembra più reattivo. Alcuni esperti dicono di tentare le ore che sono MENO frequentate su Facebook, e cioè le 19 e le 21, ma si tratta di studi americani che francamente non mi hanno dato riscontro. Fare esperimenti mi sembra migliore (a me sembra funzionare molto bene le 10 del mattino).

Come aumento i seguaci della pagina?

In primo luogo chiedendo agli amici di seguirla.

Fatto questo hai un solo strumento: pubblicare contenuti ad alto ingaggio specificatamente creati per Facebook (li elenco più sotto). Il tuo scopo infatti è raggiungere sconosciuti attraverso le condivisioni fatte dai tuoi seguaci.

Potresti voler pagare per la promozione. Io l’ho fatto l’anno scorso pagando circa 5 euro al giorno per una settimana, aumentando i seguaci di circa 150 unità verso una mia Pagina. Alcuni ti diranno che è sbagliato, ma non è del tutto vero: non stai pagando per i like diretti, ma per mostrare la Pagina a chi potrebbe avere interesse in quei temi. Quindi è ok.

La pratica dello scambio like invece non mi ha dato alcun beneficio.

CONTENUTI AD ALTO INGAGGIO PER FACEBOOK

Quelli che seguono sono contenuti che dovresti creare per rendere la Pagina accattivante.

DOMANDE

Porre una domanda è un tentativo di ingaggio diretto. La gente vorrà esprimere la propria opinione. Molto meglio se la domanda è un poco controversa e consente di rispondere senza pensarci due volte.

«Devo fare una presentazione stasera! Meglio in rosso o in nero <3?», segue foto con i due abiti diversi.

CONTEST

I contest sono contenuti ad alto ingaggio. Naturalmente non puoi tenere dei veri e propri concorsi (la burocrazia è deleteria in quel senso). Però puoi fare qualcosa di creativo.

Ad esempio puoi fare uno SHARE CONTEST. Nel mio caso, ho deciso di donare 1 euro in beneficenza ogni volta che quel messaggio veniva CONDIVISO. In questo modo il messaggio viene spontaneamente propagato.

Esistono diversi tipi di contest che puoi tentare, e sono:

Creativo: «scrivi la storia più orribile che puoi in 5 parole»

Foto: «Hai tempo fino al 24 Gennaio per commentare con la foto del tuo gatto!»

Quiz per immagini: «Conta le icone! In pochi riescono a trovarle tutte!»

**Ricorda di aggiungere sempre l’immagine.

IMMAGINI

Le immagini «quote» sono contenuti ad alto ingaggio. Possono essere di due tipi. Una frase celebre in cui gli iscritti si riconoscono, oppure un pensiero controverso che «se anche tu la pensi così, condividi».

Si realizzano in pochissimo tempo grazie a siti come PABLO o CANVA. Puoi prepararne moltissime in un giorno solo, conservale e poi pubblicarle a ritmo costante.

DATI

Si tratta di infografiche, cioè dati mostrati graficamente. Tanto più sono curiosi questi dati, tanto più il pubblico apprezzerà. Serve una ricerca e una certa abilità con un programma di disegno. Se non sai disegnare, puoi usare uno strumento online come OnlineChartTool.

2016-11-03-21_52_12-online-charts-_-create-and-design-your-own-charts-and-diagrams-online-_-graph

VIDEO

Attenzione, si tratta di creare un video e pubblicarlo direttamente sulla pagina, non di linkare un video YouTube! Sono contenuti più difficili da realizzare, ma che hanno un fattore di ingaggio davvero molto elevato.

Potresti voler usare un software di cattura come TinyTake e un software di montaggio come VSDC di FlashIntegro (entrambi gratuiti e performanti).

LINK

Puoi anche linkare articoli e risorse altrui, ma fallo con metodo e linkando solo quelle risorse che credi possano interessare molto i tuoi seguaci. Si risparmia molto tempo!

fb_scheme

Strategie che possono aiutarti

Se non hai tempo o vuoi fare le cose in modo professionale hai tre opzioni possibili.

La prima è usare un software di scheduling. Ce ne sono che offrono piani gratuiti, come KUKU.IO e ZOHO Social.

Questi scheduler ti consentono di creare un messaggio e pubblicarlo all’ora che preferisci, anche quando non sei connesso. In questo modo puoi preparare i contenuti quando è più comodo per te.  Ti consentono anche di ripetere il messaggio dopo un certo intervallo. Fidati, è una buona strategia.

La seconda tecnica è usare un sito come BuzzSumo per scoprire quali sono i contenuti che vanno per la maggiore e tentare di emularli.

La terza strategia, benché a pagamento, è quella di affidarsi a un servizio di contenuti automatici come POSTPLANNER, che crea per te una serie di contenuti ad alto ingaggio. La quota è di 9 dollari al mese.

2016-11-03-21_59_12-social-media-engagement-app-_-post-planner
Uno strumento che trova gli argomenti di tendenza e funziona anche da scheduler

Come stanno andando le vostre Pagine Facebook?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...