Articoli facili per il tuo blog

Più volte ho affermato che si può bloggare meno per ottenere di più. Ora vado davvero nello specifico: ti offro un programma editoriale per il blog e una serie di articoli deliziosi che si scrivono velocemente per riempirlo.

Il superarticolo della morte e gli articoli “normali”

In questo articolo ho spiegato le tecniche usate dai grandi per generare tanto traffico, mentre qui ho spiegato come si fa a scrivere un superarticolo.

Il superarticolo è quello che viene notificato più volte, viene aggiornato, riproposto e sul quale si lavora anche inviando mail alle persone. Ne bastano 5/6 l’anno, di questi colossi spaccamascella.

Tuttavia ho asserito in diverse occasioni che il blog va comunque riempito di contenuti.

Questi contenuti mantengono vivo il sito, giacché non sai mai quando la gente ci entrerà e vedere per due mesi la solita headline li spinge ad allontanarsi.

Il fatto che siano “secondari” non significa che siano da tralasciare. E’ soltanto che ci metti poco a farli e hanno un impatto piuttosto normale sul pubblico. Nessuno si strapperà i capelli gridando al miracolo, ma con determinate strategie saranno graditi, fidelizzano chi ti segue e non ci metti nulla a compilarli.

Quindi, rifacendomi all’articolo su come si blogga bene, non dimenticare comunque di:

  • Studiare bene il titolo
  • Aggiungere immagini in evidenza col testo e se devi altre immagini a corredo.
  • Occhio a linkare sempre le risorse.
  • Concludi proponendo discussioni.
  • Fai una verifica grammaticale!

Non importa che fai molta attenzione alla divisione in sezioni e ai titoli relativi, e di certo non ti sbatti per le notifiche extra e via mail! Questo ti consente di scriverne tanti in breve tempo e riempire le caselle del tuo piano editoriale del blog.

Al limite potresti installare Old Post Retweet per sparare in automatico di questi post normali su Twitter dopo qualche mese, giusto per del traffico di ritorno.

La tua tabella editoriale del blog

Utilizzare una tabella editoriale è un modo miracoloso per risparmiare tempo. Ne ho creata una per te, puoi scaricarla qui, stamparla e appenderla alla parete.

2015-11-25 20_38_49-Serif DrawPlus Starter Edition - [calendar _]

calendario blog pdf

Si estende per 6 mesi, un bel segmento editoriale in effetti.

Alcuni parlano di una frequenza ottimale di pubblicazione di 4 volte a settimana. Mi pare eccessivo e so per certo che la frequenza giusta è di 2 volte a settimana.

Questo significa circa 8 “slot” da riempire ogni mese.

Sapendo che uno slot mensile potrebbe essere destinato al superarticolo da unicorni, e uno sarà riservato al guest blogger del mese, ti restano 6 spazi liberi da occupare ciascun mese.

Attenzione! Shit happens, il che significa che magari il guest blogger si ritira, ti si rompe il PC, il superarticolo necessita una revisione. Quindi tieniti pronto a dover pubblicare di corsa un pezzo salva-vita che tieni in riserva per queste occasioni. Io ho due articoli del genere salvati come bozza (due semplici liste di siti americani interessanti).

Per prima cosa programma le serie

Alcuni degli articoli che propongo in seguito fanno parte di una serie. Serializzare gli articoli è un buon modo di fidelizzare l’utenza e creare post alla velocità della luce.

Quindi prendi il tuo calendario editoriale e scegli un giorno del mese in cui comparirà l’articolo di quella precisa serie. Crocetta rossa per il diario, cuoricino verde per la ricetta, e via così.

Compilare il resto del calendario

Una volta che hai scritto o programmato un certo numero di articoli, piazzali nelle caselle. In questo modo eviti ad esempio di mettere due liste troppo ravvicinate o intasare con delle interviste continue.

Il calendario che ti ho proposto ha dei doppi bordi attorno alle caselle. Puoi colorare il bordo per stabilire che hai davvero scritto l’articolo ed è salvato come bozza, in attesa di essere pubblicato. Se la cornice è bianca significa che il pezzo è ancora da scrivere. Per alcuni sarà così fino all’ultimo momento, come quelli del diario che dovrai compilare la sera prima. In ogni caso rappresenta un buon promemoria.

Hai così una visione d’insieme su ciò che ti resta da fare.

Osserva il calendario. Non è rilassante vedere che le caselle sono piene e non devi fare più nulla, da qui a un mese, due mesi, tre mesi, se non rispondere ai simpatici commenti?

Consulta questo articolo per ulteriori trucchi su come risparmiare tempo e dedicarti alla cosa che ami, cioè scrivere narrativa.

Idee per articoli veloci

1- Liste di siti utili

Tempo: 10 minuti

Puoi scrivere subito una serie di liste tematiche: siti per le immagini, siti per i font gratuiti, siti di notizie divertenti. Apponi i link, fai una screenshot per ciascun sito, spiega in una frase le sue qualità principali.

Puoi benissimo preparare in anticipo 5/6 liste.

2- Blogroll, i blog che segui

Tempo: 15 minuti

Anche questo è facile. Di sicuro segui un certo numero blog. Scrivi un post in cui è presente un link per raggiungerli, il loro logo o screenshot e spiega perché ti piacciono. Nel finale chiedi ai lettori di segnalare blog interessanti. Puoi benissimo creare un nuovo post il mese prossimo con le loro segnalazioni.

3- Best of

Tempo: 20 minuti

Puoi elencare un certo numero di articoli che ti sono piaciuti. Funziona come per i blog, ma puoi spaziare fra molti argomenti e vai più nello specifico. Link, screenshot e perché questo articolo ti è piaciuto (o ti ha fatto schifo!).

4- Diario

Tempo: 30 minuti

Ne ho parlato nell’articolo sul personal branding. Una volta al mese puoi pubblicare una pagina di diario piuttosto discorsiva, col titolo numerato (ad esempio “Diario di una scrittrice indie #1”). Ci metti le tue impressioni e quel che vuoi condividere a livello personale. Puoi anche dedicare uan sezione finale aggiornando sui dati di vendite degli ebook.

5- Ricetta in tema

Tempo: 20 minuti

Se ti interessa la cucina, questo è un ottimo tipo di post col quale creare una serie. Scegli un tema e compila un certo numero di ricette. Quindi ne rilasci una ogni sabato. Non dimenticare di creare una bacheca Pinterest apposita.

6- Interviste

Tempo complessivo: 10 minuti

Individua una persona esperta nel suo campo e invia lui una prima mail di contatto in cui proponi l’intervista in un dato argomento. Se accetta prepara dalle 5 alle 7 domande, inviale e aspetta. Puoi pubblicare così un’intervista ogni mese. Occhio a non dilatare troppo i tempi fra la richiesta e la pubblicazione. Non aver paura, alla conferma finale, di chiedere all’intervistato di notificare questo intervento nelle sue risorse (non tutti sono abili all’uso del web o all’autopromozione).

7- Guida ai contenuti

Tempo: 15 minuti

Se hai scritto una serie di articoli collegati, è ora di pubblicare un articolo che riassuma il tema e li linki in modo organizzato. Potresti aver parlato di diversi aspetti della formattazione di un ebook. Pubblica la GUIDA COMPLETA, in cui spieghi sommariamente il processo e rimandi a quei singoli articoli per approfondire (copertine, testo, pubblicazione ecc…).

8- Recensioni

Tempo: 5 minuti

E’ di una facilità estrema. Hai scritto un libro, no? Pubblica un articolo che raccoglie le recensioni scritte da altri, o semplicemente elenca i siti dove se ne parla. Concludi con una valutazione onesta su cosa sembra andare e cosa no.

9 – Vintage

Tempo: 20 minuti

Scrivi un post dedicato a una specifica decade (70, 80, 90, 20k) elencando per ciascun post i dati che ritieni più interessanti. Film più visto, che aspetto aveva l’Uomo Ragno, best seller, il giocattolo che tirava di più, stili di abbigliamento e così via. Individua quegli elementi che sono interessanti per la tua utenza. Se tratti informatica, i PC e gli accessori hi tech che andavano all’epoca, ad esempio!

Terminate le decadi passate, puoi scrivere un articolo riassuntivo che mostra in una timeline come eravamo e come siamo diventati.

10 – Infografica

Tempo: da una a quattro ore

Se hai un minimo talento grafico e sai usare le app relative, puoi creare delle infografiche che illustrino dei dati o un processo. A prescindere da quello che sentirai dire, le infografiche hanno un alto livello di ingaggio.

11 – Timeline

Tempo: un’ora

Una timeline è un tipo particolare di infografica piuttosto facile a farsi. Una linea centrale rappresenta il tempo, a sinistra una sequela di fatti e a destra un’altra sequela. In questo modo si illustra come due flussi del tempo sono collegati.

Ad esempio potresti individuare come l’alternanza dei presidenti Mondadori corrisponda a diversi tipi di uscite in libreria. O illustrare i fatti salienti della vita di King da una parte e le sue opere dall’altra: chissà che non emerga qualcosa…

12 – Arti, mestieri e collezioni

Tempo: dai 5 ai 60 minuti

Se fai qualcosa di pratico, origami, decoupage, car pimp, disegno.. o collezioni tazze, bambole, modellini… puoi creare una serie mensile su come si realizza un determinato prodotto o presentare capolavori di quelle collezioni e della tua (o volta volta un sito in cui se ne parla). Questo fa molto “Personal brand” e consente di attirare utenza altrimenti irraggiungibile.

13 – Twitterline!

Tempo: 5 minuti

Colleziona un certo numero di tweet ad alto contenuto di share (ne puoi trovare a bizzeffe su Buzzsumo sull’argomento che preferisci), postali sul blog in un singolo articolo e commenta.

14 – Frasi motivazionali

Tempo: 5 minuti

E’ un post che attira sempre traffico e si scrive a una velocità pazzesca. Individua un tema, e quindi fai una ricerca su “quotes” “aforismi” “frasi celebri”. Copia, incolla, commenta all’inizio e alla fine. Fatto :).

Sono sicuro che avete in mente altre idee per articoli veloci, non tenetele per voi. Posso allungare l’elenco con il vostro contributo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...